Nell'ottica del processo di dematerializzazione in atto presso l'amministrazione ed ottemperando alla normativa vigente ed agli indirizzi strategici in materia di e-government, l'Ateneo ha attivato un sistema di Autorità di Certificazione - attualmente tramite l'Ente Certificatore IT Telecom - che permette il rilascio di certificati di firma digitale. Tale sistema rende manifesta ed attesta la provenienza e l’integrità del documento informatico.

 Il Regolamento sulla firma digitale definisce le modalità di rilascio, gestione e utilizzo della Firma Digitale in ambito dell’Ateneo.
I destinatari del servizio sono riportati sul D.R. di attuazione dell'art. 3 lett. b) del Regolamento sulla firma digitale.

 L’utilizzo della firma digitale trova la sua prima applicazione nella verbalizzazione degli esami di profitto on-line. Tale dematerializzazione della procedura, perseguendo obiettivi di efficienza, semplificazione ed economicità, riduce i tempi di registrazione del verbale d'esame e quindi dell’aggiornamento della carriera, consentendo ai docenti e agli studenti un maggiore controllo sull'attività e un'ottimizzazione del sistema didattico.

La verifica della firma digitale apposta su un documento e la successiva estrazione degli oggetti in esso contenuti può essere effettuata con un qualsiasi software in grado di elaborare file firmati in conformità alla Deliberazione CNIPA num. 45 del 21/05/2009. Alcuni sono scaricabili gratuitamente dal link Agid

Per coloro che hanno il certificato di firma digitale distribuita dall'Ateneo, è disponibile l'app TRUST SIGNER al link https://www.trusttechnologies.it/download/software/ che consente di firmare digitalmente e di verificare la firma altrui direttamente dal proprio smartphone, sia dal mondo Android sia dal mondo Apple, senza l'uso del personal computer.

 Chi fornisce assistenza

Consulta la pagina del portale assistenza per la firma digitale.